Posts Tagged ‘enzo bianco’

zone franche urbane, salvare il salvabile

12 gennaio 2010

Mentre dalla nuova bozza del Modello Irap 2010 scompare la colonna “quota esente Zone Franche Urbane”, inclusa nella precedente, si susseguono iniziative di amministratori, imprenditori, rappresentanti del mondo del lavoro e tecnici sulle modifiche introdotte dal “decreto milleproroghe”, che sopprimono le esenzioni e le agevolazioni fiscali e contributive e rischiano di fatto di eliminare le Zone Franche Urbane dal nostro ordinamento.

L’obiettivo è evidentemente quello di salvare il salvabile, in sede di conversione in legge del D.L. n. 194/2009.

Il 13 gennaio 2010 si terrà presso la sede romana dell’Anci un incontro che vedrà protagonisti i Sindaci dei 23 Comuni interessati, che nei giorni scorsi hanno espresso opinioni concordi, tecnicamente fondate e nel merito negative, sia pure con alcune eccezioni e non senza qualche imprecisione.

Tra le più recenti, degne di nota sono le dichiarazioni del Governatore della Sicilia On.le Lombardo, dell’On.le Laratta, dell’On.le Bianco, del Sindaco di Iglesias Pierluigi Carta, dei Sindaci delle Zfu calabresi Prof. Filareto, Avv. Vallone e Prof. Speranza, che si citano ad esempio, tra tante altre, solo per l’importanza politica e istituzionale e per la puntualità delle argomentazioni tecniche, non per le posizioni di parte che in questo blog, come noto, non rilevano.

Autorevole è l’intervento dell’Avv. Maurizio Villani, che invita a una riflessione più ampia sui rapporti tra Legislatore e contribuente, così come quelli della Dott.ssa Marilena Nasti, consigliere dell’Odcec di Napoli, e del Dott. Franz Cannizzo, di Confcommercio di Catania.

Di “Zone Franche Urbane a dieta” ha parlato Roberto Lenzi, in un articolo su Italia Oggi Sette del 11 gennaio 2010, mentre Amedeo Sacrestano, in un articolo su Il Sole 24 Ore del 5 gennaio 2010, ha posto l’accento sulle  possibili conseguenze della modifica del regime ai fini dell’autorizzazione comunitaria.

( rocco.iemma@tin.it )

Gruppo Zone Franche Urbane su Facebook.

zone franche urbane: il fine giustifica l’enzo

22 gennaio 2009

Da Catania Oggi del 21 gennaio 2009:

Il ministro Tremonti non ostacoli lo sviluppo del Sud ne’ si metta di traverso per l’attivazione delle 22 zone franche urbane, tre delle quali in Sicilia: una a Librino (Catania), una a Gela e una ad Erice’. E’ quanto afferma il senatore del Pd Enzo Bianco, apprendendo la notizia che l’imminente attivazione delle zone franche e’ stata fermata dal provvedimento del ministero dell’Economia e Finanze, in particolare delle Agenzie delle Entrate, che ha disposto la necessita’ di un decreto in cui vengano definite le modalita’ di erogazione degli sgravi fiscali alle imprese che creeranno attivita’ nelle 22 aree previste.

‘Chiedo al ministro Tremonti – continua Bianco – di non interrompere questo processo e di fare immediatamente la sua parte, provvedendo a velocizzare l’iter di questo decreto, smentendo le voci su una presunta volonta’ di non attivare spese a favore del Sud. Le zone franche, soprattutto per il quartiere di Librino a Catania e per gela ed Erice, rappresentano un’opportunita’ di sviluppo di grande importanza che non puo’ andare persa. E’ giusto che ci siano delle regole chiare, ma si faccia presto – conclude Bianco – Su questa vicenda presentero’ un’interrogazione parlamentare al ministro Tremonti’

In verità, la “necessità di un decreto in cui vengano definite le modalita’ di erogazione degli sgravi fiscali” in Zona Franca Urbana non è stata disposta dal Ministro Tremonti nè dall’Agenzia delle Entrate e nemmeno oggi, ma già nel testo della Legge Finanziaria 2007, così come modificata dalla Legge Finanziaria 2008, entrambe approvate nella scorsa legislatura.

Si tratta di un provvedimento attuativo imprescindibile che, norme alla mano, avrebbe dovuto essere emanato 30 giorni dopo l’entrata in vigore della L. n. 244/2007 : ben venga quindi l’iniziativa del Senatore Bianco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: