qui pro quo

9 dicembre 2009

L’emendamento alla Legge Finanziaria 2010 in materia di Zone Franche Urbane, presentato dal Governo in Commissione Bilancio alla Camera, non prevedeva alcuna modifica dei criteri di selezione territoriale, la cui definizione è peraltro affidata a deliberazione Cipe e non a norma di legge, men che meno in riferimento a specifici territori.

Prevedeva semmai la soppressione delle esenzioni e delle agevolazioni fiscali e contributive.

Quindi è un bene, e non un male, che dopo essere stato dichiarato inammissibile non sia stato più proposto.

Un bene, anche per le aspirazioni del Piceno.

Qui pro quo?

(rif. http://www.sambenedettoggi.it/2009/12/08/83740/niente-finanziamenti-per-il-piceno/ ; http://laveritaquotidiana.blogspot.com/2009/12/neanche-un-euro-per-il-piceno.html ; http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=928189 )

( rocco.iemma@tin.it )

Gruppo Zone Franche Urbane su Facebook.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: