post lapalissiano n. 3

13 giugno 2008

IMHO, se la delibera del CIPE n. 5/2008 prevede che sia il singolo Comune interessato e che ne abbia i requisiti ad assumere l’iniziativa di individuare e proporre formalmente con apposito progetto una Zona Franca Urbana in uno dei suoi quartieri, si fa esattamente l’opposto quando più Comuni a prescindere dai requisiti si rivolgono insieme ad altre istituzioni affinchè siano queste a individuare una Zona Franca Urbana su un’area che non è urbana e che li ricomprende tutti.

(rif. Il blog di Antonio Bianco, “Crisi del tessile fortorino, i sindaci chiedono la zona franca”)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: